21Novembre2017

Il disturbo dell’orgasmo femminile

Add attachment
Cosa è l’orgasmo femminile?

L’orgasmo femminile è caratterizzato da una serie di contrazioni (non visibili ad occhio nudo). Il piacere inizia nel clitoride e si diffonde nella vagina. A volte è un piacere intenso, a volte diffuso. La sensazione è quella di “raggiungere l’apice del piacere”, o di accumulare tensione che poi viene liberata, quindi si ha la sensazione di rilassamento e di benessere. Alcuni studi affermano l’ipotesi che l’orgasmo femminile abbia la funzione di facilitare il concepimento attraverso le sue contrazioni.

Perché non raggiungo l’orgasmo?

Il ritardo o l’assenza dell’orgasmo è diagnosticato come anorgasmia. Il disturbo dell’orgasmo femminile può essere primario, quando la donna non ha mai provato in tutta la sua vita tali sensazioni, secondario quando una donna conosce le sensazioni dell’orgasmo ed è diventata anorgasmica in un secondo tempo.C’è da dire però che è ancora diffusa la credenza di essere anorgasmiche solo perché si ha difficoltà a raggiungere l’acme del piacere durante il coito. Questo è normale, soprattutto in alcune posizioni, in cui il clitoride non viene sufficientemente stimolato. Infatti il clitoride è l’unico organo deputato al raggiungimento dell’orgasmo e una sua stimolazione è fondamentale anche durante il coito. In alcune posizioni, come quando la donna sta sopra, questo organo viene stimolato indirettamente dai movimenti del coito, per questo molte donne preferiscono questa posizione. In certe donne però, il clitoride è più piccolo che in altre ed è necessaria un’ulteriore stimolazione, ad esempio manuale. Quando la donna riferisce di riuscire a provare l’orgasmo da sola o in altri modi non si può certo parlare di anorgasmia, allora è sufficiente rieducare la persona alla sessualità, a ciò che piace davvero, alle posizioni dell’amore che facilitano l’orgasmo. Nel caso invece si trattasse del disturbo dell’orgasmo è importante abituare la donna a percepire e ad entrare in contatto con le sue sensazioni corporee per aiutarla ad affrontare quei blocchi che sono alla base della sua difficoltà. Si può affermare che l’anorgasmia sia il disturbo più frequente nelle donne.La presenza di una depressione può essere all’origine di questo disturbo. È importante a tale fine richiedere una consulenza terapeutica per avere maggiori informazioni e decidere insieme un percorso psicosessuologico che possa essere d’aiuto.

Sessuologia

La dispareunia
Mercoledì, 22 Febbraio 2012

La dispareunia

La dispareunia, secondo il DSM IV riguarda il ricorrente o persistente dolo...

Amore e Psiche

Aiuto! Sono innamorata di una star!
Mercoledì, 22 Febbraio 2012

Aiuto! Sono innamorata di una star!

A partire dai 12 anni l’amore platonico lascia il posto a passioni esaltant...

Psicologia

Psicoterapia Gestalt Analitica
Martedì, 21 Febbraio 2012

Psicoterapia Gestalt Analitica

Si basa sulla ricerca attiva della consapevolezza e sull’assunzione di resp...

Chi sono

Dottoressa Gabriella Seghenzi


Dr.ssa Gabriella Seghenzi


 
 
 
PSICOLOGO CLINICO
PSICOTERAPEUTA
Esperta in Psicoterapia Gestalt Analitica
Iscritta all'Ordine Psicologi Lazio n°: 15037

Contatti

  • Via IV Novembre 18/g Sassari 
  • presso lo studio Fisiolive
  • Oppure a Roma - Viale Etiopia 14 
  • Mail: info@gabriellaseghenzi.it
  • Cel: +39 366 83 29 284

Seguici su